I derivati sono contratti il cui valore è derivato (dipende) da altri fattori che vengono chiamati variabile sottostante (underlying asset) che può essere rappresentata da: indici, azioni, tassi d”interesse, obbligazioni, tassi di credito, tassi di cambio, petrolio, caffè, oro, …..

Il mercato degli strumenti derivati è il mercato in cui si negoziano contratti futures e contratti di opzione (options) aventi come attività indici, merci, valute e tassi di interesse.

In base alla Normativa, il mercato è gestito dalla Borsa italiana S.p.A., secondo le norme previste nel mercato deliberato dall”assemblea ordinaria della stessa società e ritenuto idoneo dalla Consob per assicurare la trasparenza del mercato.

Gli operatori ammessi alla negoziazione sono:

  • agenti di cambio autorizzati alla prestazione del servizio;
  • banche nazionali;
  • imprese di investimento nazionali;
  • intermediari finanziari;
  • locals (soggetti che svolgono esclusivamente attività di negoziazione per conto proprio di strumenti finanziari);
  • banche e imprese di investimento extracomunitarie.

Agli operatori sono messe a disposizione le informazioni necessarie per il corretto esercizio delle funzioni di negoziazione; tali informazioni sono rese disponibili attraverso strutture informatiche predisposte attraverso la Borsa italiana, in tempi molto brevi.
La Borsa Italiana, provvede anche alla diffusione tempestiva al pubblico riguardo le informazioni sulle condizioni di mercato e le operazioni effettuate per i singoli strumenti finanziari.

I derivati possono dipendere da qualsiasi variabile. L”uso dei derivati avviene per copertura, investimento, fissare un certo profitto, modificare il tipo di investimento o la natura di una passività

I principali strumenti derivati sono:

  • I futures;
  • I forwards;
  • Le options;
  • Gli swap.

Altri tipi di derivati vengono venduti direttamente dalle istituzioni finanziarie ai clienti societari e possono essere inglobati in emissioni obbligazionarie o azionarie al fine di renderle attraenti agli investitori.

Alcuni esempi sono:

  • derivati creditizi: il rendimento dipende dal merito di credito di più società;
  • derivati atmosferici: il rendimento dipende dalla temperatura in certe località;
  • derivati assicurativi: il rendimento dipende dagli indennizzi richiesti in un determinato periodo;
  • derivati sull”energia elettrica: dipendono dal prezzo dell”energia elettrica.

News e Rumors su Derivati


Crac Divania, gli ex ad Unicredit Federico Ghizzoni e Alessandro Profumo a giudizio per concorso in bancarotta fraudolenta

14/02/2020

Stando alle accuse, la banca dopo avere convinto l imprenditore Parisi a sottoscrivere contratti derivati assicurandogli che si trattava di una operazione a costo zero avrebbe distratto oltre 183 milioni di euro dai conti della Divania, senza autorizzazione del correntista, per portare a temine l op …
leggi la news …