Gli eurobond (obbligazioni in valuta) sono obbligazioni internazionali emesse da operatori che finanziano il proprio fabbisogno attraverso la valuta. Questo tipo di obbligazioni vengono scambiate fuori dalla nazione che le emette.

Tra i principali eurobond ricordiamo:

  • yankee bonds (obbligazioni emesse negli Stati Uniti);
  • samurai bonds (obbligazioni emesse in Giappone);
  • bulldog bonds (obbligazioni emesse in Gran Bretagna).

Gli eurobond si caratterizzano per essere prestiti a medio-lungo termine, con rimborso a scadenza in un’unica soluzione.

Le tipologie delle obbligazioni presenti sul mercato internazionale sono relative a quelle del mercato italiano, salvo le particolarità dovute ai singoli regolamenti di emissione e le rispettive discipline  fiscali.

I giudizi espressi dalle singole società finanziarie sono di fondamentale importanza per il successo di queste operazioni, poiché con il loro lavoro costituiscono una garanzia fondamentale per la tranquillità del credito.

Il mercato principale degli eurobond è Londra, in cui vi sono i maggiori intermediari finanziari mondiali che svolgono un”attività di market maker in quanto il loro scopo principale è fare mercato, ovvero comprare e vendere un certo numero di titoli, a seconda della dimensione del broker.

La funzione principale del mercato di Londra è distribuire nuove emissioni di obbligazioni internazionali e mantenere un mercato secondario attivo.

La maggiore clientela si ha in Svizzera, in Giappone e nei Paesi arabi; a livello mondiale il mercato funziona 24 ore  su 24, sulle borse di , New York e Tokyo, che lavorano a staffetta durante la giornata.

Le obbligazioni in valuta o eurobond si distinguono dalle obbligazioni dual currency o obbligazioni reverse floater.

Gli eurobond sono obbligazioni denominate in valuta estera con gli interessi denominati nella medesima valuta di emissione con rimborso a scelta dell’emittente.

Tali obbligazioni producono vantaggi sia per il sottoscrittore che per l”emittente, poiché consente di beneficiare di variazioni favorevoli nei cambi delle valute e di godere di un tasso di interesse più elevato di quello praticato su un prestito obbligazionario “tradizionale”.

Le obbligazioni dual currency sono obbligazioni a lungo termine che prevedono il pagamento di cedole fisse iniziali più elevate, e in una seconda fase, il pagamento di cedole calcolate in base alla differenza tra il cape rate ( tetto massimo determinato al momento dell”emissione) e un tasso variabile.

Tali obbligazioni producono una serie di vantaggi sia per l’emittente, poiché consentono di lucrare il tasso di interesse massimo della provvista e di poter beneficiare, e per il sottoscrittore, dato che consente di lucrare in una prima fase un rendimento più elevato dei tassi di mercato ed in una seconda fase un rendimento crescente in un periodo di tassi in calo e calante in un periodo di tassi in crescita.

News e Rumors su Eurobond